Il parco La Mandria

Il Parco regionale La Mandria è situato tra il torrente Stura di Lanzo e l'area urbanizzata a nord-ovest di Torino e della città di Venaria Reale. È stato istituito nel 1978 dalla Regione Piemonte.

La L.R. 54/'78 suddivide il territorio in due grandi aree, il preparco di 3.446 ettari - con finalità di graduale raccordo tra il regime d'uso e di tutela dell'area attrezzata e le aree circostanti, e l'area attrezzata, vero nucleo del parco, di 3.124 ettari - con finalità di tutela del patrimonio naturalistico e culturale - nella quale sono collocate anche attrezzature per il tempo libero.

Grazie al lungo muro di cinta (circa 35 km) fatto costruire a metà 800 da Vittorio Emanuele II, il Parco La Mandria è oggi il più grande parco cintato d'Europa. Tale muro, che doveva proteggere la residenza creata dal Re (gli Appartamenti Reali del Borgo Castello) per viverci con la sua seconda famiglia creata con la moglie morganatica (Rosa Vercellana) è servito di fatto a proteggere uno dei rarissimi lembi sopravvissuti della foresta planiziale che un tempo copriva l'intera Pianura Padana.

Il Parco la Mandria è un Sito di Importanza Comunitaria (SIC) istituito dalla Regione Piemonte per implementare la Rete Natura 2000, la principale azione comunitaria per la conservazione della natura basata su una nuova politica di gestione dell'ambiente sviluppata attraverso obiettivi e strategie comuni all'interno di siti già presenti (parchi e riserve naturali) oppure individuati ex novo.